La segretaria minore per i soldi degli altri

La maggior parte delle aziende da lavoro a più di una persona. La Spizzi, la mia impresa, è molto piccola. Le bastano tre persone: le due segretarie ed il proprietario, che poi sarei io.

Le due segretarie hanno ruoli e mansioni diverse.

Volendo affidarsi alle mie categorie, una è la Vera Segretaria e l’altra è la segretaria minore.

Le segretarie minori hanno una scadenza. Una volta assunte, mi aspetto che si stufino del posto in due o tre anni.

Le ragioni sono diverse e molteplici.

È capitato che si sposino, rimangono in cinta e, viste le poche prosepettive di carriera presso la Spizzi, decidono di rimanere a casa.

Ci sono anche quelle che trovano un lavoro migliore – ce ne sono parecchi – e più pagato. Indubbiamente, dopo un po’, si stufino anche degli uomini in crisi di mezza età e, giusto per non mandarli direttamente a cagare, preferiscono alzare le tende ed andare da qualche altra parte.

Occasionalmente vengono assunte da una fiduciaria dove hanno qualche speranza di diventare la Segretaria. Con la S maiuscola. Quella Vera. Con anche la V maiuscola.

Le mansioni di una segretaria minore non sono moltissime e certamente non sono complicate. Sorridere al cliente quando arriva, portare i caffè, intrattenere i bambini dei clienti se necessario, spedire i fax, vagliare le telefonate più semplici, smistare la posta e usare il telefono dell’azienda per chiamare le amiche ed il ragazzo.

Non è un lavoro pesante.

Senza dubbio puo’ essere un lavoro noioso.

Anche se so perfettamente che non resteranno per molto, non assumo delle svampite. Proprio perchè sono consapevole delle loro capacità, non mi aspetto che restino presso la Spizii per molto. La mia impresa è un po’ come una nave scuola per loro. I posti da ufficiale, però sono tutti occupati e a loro rimane solo il tram tram quotidiano.

Essere una segretaria minore è un lavoro pieno di routine e di noia.

Certamente alcune delle ragazze più ambiziose e capaci vorrebbero prendere il posto di Lisa, la mia Vera Segretaria.

Non essondo stupide, di solito raggiungono da sole la conclusione che non lascerò mai andare la mia Lisa.

Una volta che hanno fatto questo passo, che si sono rese conto che Lisa e la Spizzi sono indissolubili, il lavoro comincia a diventare un peso per loro.

In alcuni casi il peso diventa una vera e propria frustrazione che può trasformarsi anche in rabbia.

Quando succede non le biasimo e, a dire il vero, è accaduto solo una volta in modo memorabile. Come ho già detto scelgo la segretaria minore con cura. Non sono stupide, ma non sono neanche brillanti.

Una segretaria troppo brillante, magari con laurea, non resta molto.

Non conviene assumerle.

Lisa deve spendere almeno tre mesi ad istruirle sulle loro mansioni. Se il ricambio della segretaria minore fosse troppo frequente, Lisa passerebbe il suo tempo ad insegnare il mestiere ai nuovi assunti.

Assistenti super brillanti non vengono assunte. Punto.

È anche per il loro benessere ed il loro equilibrio psicologico.

Il lavoro presso la Spizzi, francamente, le farebbe infuriare.

Una donna intelligente e dinamica è piu’ che capace di trovarsi un lavoro più coerente con ciò che sa fare. Solo una volta ho assunto una segretaria minore che non era minore. Aveva chiaramente bisogno di soldi, era simpatica, intelligente e molto sexy.

È rimasta meno di sei mesi.

In quella occasione Lisa se l’è presa con me e con le mie scelte incoerenti con la posizione da riempire. In quell’occasione si è guadagnata il diritto di veto su tutti i nuovi assunti.

La segretaria minore è pagata decentemente, ma non troppo. Sono facilmente sostituibili e c’è sempre una fila di giovane ragazze carine ma non troppo brillanti disposte a prendere la posizione.

Non è un posto per tutti.

© I Soldi Degli Altri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.